Le tue attività di Link Building somigliano a queste?

  1. Inizi a fare outreach
  2. Guadagni links
  3. Smetti di fare outreach
  4. Smetti di guadagnare links

Tutti parlano dei benefici a lungo-termine nell’usare il Content Marketing come parte della strategia di Link Building ma senza i giusti contenuti potresti smettere di guadagnare links appena smetti di fare outreach.

In questo senso devi continuare a mettere benzina in una macchina per continuare a farla andare avanti (Benzina del markting = tempo, sforzi e risorse). Ma se esistesse un modo per fare il pieno una volta soltanto e questo fosse in grado di dare abbastanza slancio alla macchina per farla andare avanti mesi o, addirittura, anni?

Un esempio di ciò è un sondaggio di negoziazioni salariali che abbiamo pubblicato l’anno scorso sull’Harvard Business Review. Lo studio è stato linkato dalla TechCrunch dopo alcuni mesi che avevamo finito di promuoverlo attivamente. Noi non li abbiamo contattati. Semplicemente il copywriter e si è interessato al nostro contenuto facendo ricerche per il suo articolo.

create content 1

Quindi qual è il segreto per link a lungo-termine? Contenuti che funzionano da fonte.

Lo scopo è quello di creare qualcosa che le persone troveranno e linkeranno quando avranno bisogno di fonti da citare nei contenuti che stanno creando. Gli scrittori cercano continuamente fonti che sostengono le loro tesi, rafforzano una discussione o forniscono ulteriori contenuti al lettore. Se il tuo contenuto funge da citazione, allora sarai in grado di guadagnare molti link passivi.

Informati su quali tipi di contenuto sono in grado di soddisfare al meglio le persone che hanno bisogno di fonti e sui consigli che ti spiegano come eseguire questi contenuti in modo autonomo.

La ricerca originale e i nuovi dati

I contenuti che presentano nuove ricerche possono essere estremamente potenti per creare links autorevoli tramite una strategia di PR outreach.

Molti dei contenuti che creiamo per i nostri clienti fanno parte di questa categoria, ma non ogni singolo link che le nostre campagne clienti guadagnano è un risultato diretto delle nostre attività di outreach.

In molti casi un gran numero di link viene guadagnato dalle nostre campagne di ricerca clienti tramite quello che noi chiamiamo “syndication”. Questo è quello che solitamente otteniamo quando la campagna di un cliente appare su un sito popolare e autorevole (quale il Sito A nel seguente scenario):

  • Mandiamo il contenuto al Sito A
  • Il Sito A pubblica un articolo e linka il nostro contenuto
  • Il Sito B vede il contenuto proposto dal Sito A. Il Sito B pubblica un articolo che rinvia al contenuto
  • Il sito C vede il contenuto sul Sito A. Il Sito C pubblica un articolo con il link del contenuto
  • E così via…

Quindi, cos’ha  a che fare questo con il guadagno di link a lungo termine? Una volta che il contenuto è stato piazzato strategicamente su un sito rilevante usando l’outreach e le agenzie di stampa, questo è automaticamente ben posizionato per essere trovato da altri pubblicatori.

Il contenuto del Sito A funge da perfetta citazione per gli editori aggiuntivi, perché è la fonte originale dell’informazione rilevante per la stampa, stabilendola come autorevole e rendendola facilmente linkabile

Esempi

In un recente podcast della rubrica “Experts on the Wire”, l’ospite Andy Crestodina ha parlato delle “dichiarazioni mancanti”. Secondo Andy, la maggior parte delle industrie hanno “comunemente affermato ma raramente supportato” le dichiarazioni. Queste stanno aspettando qualcuno che si documenti in modo da confermarle o smentirle.

Per trovare esempi di contenuti che svelano una dichiarazione mancante, possiamo guardare sul Moz Blog…

Confermare le ipotesi d’industria

Quando abbiamo fatto il nostro studio sul native advertising contro il content marketing, siamo partiti con un’ipotesi con la quale molti colleghi marketers concorderanno: le campagne di content marketing ottengono risultati migliori rispetto alle campagne di native advertising.

Questa è una “dichiarazione mancante”. Non sono stati fatti studi per provare o sfatare questa ipotesi. Inoltre, non c’è alcuna informazione disponibile al pubblico riguardo al numero medio di links ottenuti con le campagne di content marketing. Questo è un punto di informazioni concreto che molti marketers dovrebbero conoscere visto che può servire come riferimento per le analisi delle performance.

Come parte dello studio, abbiamo esaminato 30 agenzie di content marketing su quanti link guadagnasse mediamente la campagna di content marketing, in aggiunta ad altre domande relative al prezzo, al client KPI e altro.

content marketing 1

Dopo che la ricerca è stata pubblicata qui su Moz, l’abbiamo pubblicizzata per avere i nostri dati pubblicati sull’Harvard Business Review, sull’Inc e sul Marketing Land. Queste info sono ancora linkate e condivise oggi, anche se abbiamo smesso di pubblicizzarle attivamente, come questa menzione sul blog di SEMrush e quest’altra sul blog di Scoop It.

Ad oggi è stato pubblicato su oltre 80 root domains e ha guadagnato dozzine di co-citazioni. Vale la pena notare che questo significa molto più che acquisire semplici link di alta qualità; questa ricerca è stata estremamente efficace per portare nuovo lavoro verso la nostra agenzia, cosa che continua ancora oggi.

Confutare le ipotesi di industria

Le ricerche non sempre confermano le ipotesi. Ad esempio, la collaborazione di Buzzsumo e Moz nelle ricerche ha esaminato milioni di articoli online. Uno dei principali risultati della ricerca è stato il seguente: non c’era nessuna correlazione generale tra la condivisione e il linking. Questo confuta un’ipotesi comunemente diffusa tra i marketers, ovvero che il contenuto con un alto tasso di condivisione guadagna molti link e viceversa. Ad oggi, questo post ha ricevuto 403 links da 190 domini principali, secondo Open Site Explorer, uno degli migliori strumenti SEO .

Come usare questa strategia

Per trovare idee di ricerca originali, guarda quanti backlink hanno ottenuto i migliori risultati per termini come:

  • [topic industriale] report
  • [topic industriale] studio
  • [topic industriale] ricerca

Poi, usando la MozBar, valuta quello che vedi nelle migliori SERPs:

  • I migliori risultati hanno un considerevole numero di backlinks? (Questo ti dice se questo tipo di ricerca ha del potenziale nell’attirare links.)
  • Il contenuto del top-ranking è antiquato? Puoi fornire nuove informazioni?
  • C’è un sotto tema che puoi esplorare?

Osservare, inoltre, ciò che ha già avuto successo ti renderà in grado di determinare due cose importati: cosa può essere aggiornato e ciò che può essere migliorato. Questo è il posto giusto per lanciare una sessione di brainstorming per nuove informazioni sull’acquisizione di idee.

Trend industriali e analisi dei report

Sicuramente questo tipo di contenuto si sovrappone con “Nuove ricerche e studi”, ma merita la sua sezione personale a causa della sua specificità e del suo alto potenziale.

Se il tuo contenuto verticale sperimenta cambiamenti significativi, da un anno, trimestre o mese a quello successivo, potrebbe esserci l’opportunità di creare dei report ricorrenti che analizzano lo stato della tua industria. Questa è una grande occasione per coinvolgere tutti i tipi differenti di brand all’interno della tua azienda, mentre metti in mostra la tua autorità in materia.

Come?

Alle persone piace spesso usare i trends e aggiungere i propri commenti riguardo al perché i trends si verificano o riguardo al come sfruttare al meglio una nuova strategia popolare. Ciò significa che essi linkeranno spesso il tuo report per fornire un contesto.

E c’è un altro beneficio promozionale aggiuntivo: una volta che inizi a pubblicare regolarmente e a promuovere questo tipo di contenuti, la tua industria anticiperà le uscite future.

Esempi

Il report di HubSpot sullo Stato dell’Indbound Marketing, che riporta informazioni sondaggistiche di migliaia dei suoi clienti, è stato pubblicato annualmente negli scorsi otto anni. Ad oggi, l’URL che ospita il report ha links da 495 RDs.

ottenere link

L’Istituto di Content Marketing e il MarketingProfs hanno collaborato in questi sette anni per rilasciare due report di riferimento annuali sul marketing contenutistico. Il report più recente sul marketing contenutistico B2B ha ottenuto links da 130 RDs. Per ottenere le informazioni le due istituzioni hanno mandato via mail un sondaggio a un campione di marketers dalle loro liste personali di email di marketing e da alcune liste dei loro partner commerciali.

In aggiunta ai reports statici, puoi andare oltre e creare qualcosa di dinamico che venga continuamente aggiornato, come l’Indeeds Job Trends Search (171 RDs) che estrae dal loro lavoro interno le liste di quotazione.

Come usare questa strategia

Dove si possono trovare dati dell’industria innovativi? Di seguito vengono proposti alcuni suggerimenti:

Sottoponi i client a sondaggi

Hai un’ampia gamma di persone che sono state coinvolte nella tua impresa, quindi perché non fare loro qualche domanda per scoprire di più su quello che pensano, quali sono i loro bisogni, le loro paure e le loro esperienze?

Parlare direttamente ai clienti è un ottimo modo per dare un taglio alla speculazione e scoprire esattamente quali problemi stanno affrontando e che soluzioni stanno cercando.

Sottoponi la tua azienda a sondaggi

Ci sono molte compagnie nel tuo settore che molto probabilmente non sono direttamente tuoi competitors, ma hanno una grande quantità di conoscenze per organizzare l’intera nicchia.

Ad esempio in Fractl abbiamo intervistato 1300 editori perché volevamo sapere di più su cosa stessero cercando nei campi contenutistici. Questa conoscenza è preziosa per ogni content marketer che è coinvolto nella promozione di contenuti.

Chiediti: quale aspetto della tua industria potrebbe aver bisogno di qualche altro chiarimento? Con chi potresti aprire un dialogo per avere maggiori informazioni?

Usa i dati interni alla tua compagnia

Questa è spesso l’opzione più facile ed efficace. Probabilmente hai una tonnellata di dati interessanti basati sulle tue interazioni con i clienti che beneficerebbero di figure professionali nella tua impresa.

Pensa a questi set di dati interni e considera come li puoi smembrare per rivelare i trends nella tua nicchia, mentre organizzi conoscenze spendibili per i lettori.

Risorse curate

Le ricerche possono essere uno degli aspetti che richiedono più tempo per la creazione dei contenuti. Se qualcuno mettesse insieme una certa quantità d’informazioni sostanziali in un unico topic, potrebbe far risparmiare a qualcun altro molto tempo.

Se siete disposti ad impegnarvi in un lavoro di estrazione di informazioni ed esempi, ricerche curate di contenuti possono essere la chiave per un link building sempreverde. Diamo un’occhiata alle più comuni applicazioni di questo stile di contenuti.

Esempi

Collezione di statistiche e fatti

Non hai gli strumenti per condurre una tua ricerca? Combinare punti d’informazione intelligenti da fonti credibili in una ricerca di massa può essere un’efficace modo di attirare links a lungo-termine, specialmente se continui ad aggiornare la tua lista con nuovi dati.

La lista di statistiche di marketing di HubSpot ha attirato links da 963 domini principali. Per qualcuno che sta cercando informazioni da citare, una lista come questa può essere una miniera d’oro. Questa collezione d’informazioni complete, dispone d’informazioni originali e d’informazioni provenienti da fonti esterne. E’ regolarmente aggiornata con nuovi dati è c’è persino una Call To Action alla fine della lista per sottoporre nuovi dati.

lista di statistiche di marketing

La tua lista non ha bisogno di essere così ampia come l’esempio di HubSpot, che ricopre un enorme range di argomenti di marketing. Una lista curata intorno ad un argomento più accessibile può andare bene comunque.

Esempi concreti

I bravi scrittori possono aiutare i lettori a visualizzare ciò di cui stanno scrivendo. Per farlo, hai bisogno di mostrare fatti concreti di idee astratte. Come mi disse la mia insegnante di inglese: mostra, non parlare.

Raggruppando una manciata di esempi rilevanti in una singola ricerca puoi far risparmiare a qualcuno molto tempo che sprecherebbe nel cercare esempi per illustrare i punti del suo testo. Posso scrivere migliaia di parole riguardo all’idea di x contenuti, ma senza fare degli esempi di come questi siano in azione, avrai sicuramente molta difficoltà nel comprendermi. Similmente, una parte del tempo che ho impiegato per scrivere questo articolo è stata spesa nel trovare esempi concreti dei tipi di contenuto cui mi riferisco.

La ricerca sottostante mostra 50 esempi di responsive design. In questa esecuzione il contenuto espone screenshots di ogni responsive website e uno o due paragrafi descrittivi. Guadagna links da 184 RDs.

La lista dei 20 cibi più proteici fatta dall’Authority Nutrition ha links da 53 RDs. Se scrivo un articolo nutrizionale dove menziono cibi iperproteici, linkare questa pagina mi salverà dal fare ricerche e elencare una manciata di cibi ricchi di proteine.

Come usare questa strategia

Il primo passo è determinare che tipo di informazione sia utile da avere in un unico posto, così che i tuoi colleghi del settore possano accedervi.

Molto spesso, è la stessa informazione utile a te.

Qui ci sono alcuni suggerimenti per fare Brainstorming:

  • Espolora i tuoi post più recenti oppure altri contenuti del tuo blog. Per cosa ci vogliono molte spiegazioni? Per che topic hai sperato di avere altri esempi cui collegarti? Prendi nota dei bisogni dei tuoi contenuti mentre affronti il tuo lavoro.
  • Esamina i commenti sugli articoli e sulle ricerche di altre aziende. Che cosa richiede la gente? Questa è una miniera d’oro per i bisogni di potenziali client. Puoi approcciarti in modo simile anche su Reddit e Quora.
  • Cosa fa funzionare le altre industrie e come potresti applicare questi metodi alla tua? Cerca termini come i seguenti per osservare cosa ha fatto avere successo alle altre nicchie e che puoi applicare alla tua azienda:
    • [topic industriale] esempi
    • Tipi di [topic industriale]
    • Elenchi di [topic industriale]
    • [topic industriale] Statistiche o Dichiarazioni
    • [topic industriale] fatti

Non importa in che modo scegli di procedure, l’investimento di tempo in quest’attività ti aiuterà ad ottere molti links.

Contenuto per principianti

Ogni nicchia ha una curva di apprendimento, con varie parole, vari concetti e varie idee che sono estranee a un principiante.

Il contenuto che insegna ai principianti gli alti e i bassi ha un potenziale di link earning a lungo termine. Questo tipo di contenuto è popolare per le citazioni perché risparmia lo scrittore dallo spiegare cose a parole proprie, mentre così ci si può collegare a una spiegazione di un esperto.

La parte migliore è che puoi designare i tuoi esperti interni per organizzare grandi conoscenze che possono servire da base per questo tipo di contenuto.

Esempi

101 Contenuti

La “Guida per principianti SEO” di Moz è un master class che mostra come un contenuto per neofiti sia un magnete per i link. Non soltanto la guida ha backlinks da più di 1700 RDs, ma ha anche superato la hompage come pagina più trafficata del sito, secondo SEMrush.

“Cos’è…?”

I contenuti per principianti non devono essere massicci e approfonditi come la Guida di Moz per essere linkabili. Possono, anzi, essere così semplici da definire solamente un termine settoriale o un concetto.

La “Meta Description Page” di Moz, che ha baclinks da 244 RDs, è un esempio di un’autorevole ma semplice risposta ad una query interrogativa del tipo “cos’è”.

Un altro esempio è il primo risultato su Google per l’interrogativo “Cos’è la Paleo Dieta” che ha 731 links da 228 RDs. Non è un rotolo accademico di 10000 parole sulla paleo-dieta. Anzi, è una risposta concisa alla domanda. Questa pagina è servita da fonte per chiunque abbia scritto sulla dieta Paleo in questi ultimi anni.

Se molti contenuti di definizione di alto livello che parlano dei topic che si collegano al tua ricerca esistono già, considera la creazione di contenuti attorno a termini emergenti e concetti che non sono capiti da tutti ma che sono destinati a diventare mainstream.

L’esempio perfetto di ciò? Creare una spiegazione definitiva sul marketing contenutistico prima che il mondo interno sapesse cosa fosse il marketing contenutistico. Il caso in questione: La pagina “Cos’è il Content Marketing” dell’istituto di Content Marketing ha ottenuto 12462 links da 1100 domini principali.

Come usare questa strategia

Buzzsumo, recentemente, ha rilasciato un nuovo strumento chiamato Bloomberry che ricerca tra i forum, tra cui Reddit e Quora, le domande che sono state poste riguardo a una keyword. Puoi cercare per periodo di tempo (es. domande fatte negli ultimi sei mesi, tutti i risultati, etc) e filtrare la fonte (es. vedere solo domande fatte su Reddit).

Usa Bloomberry per vedere quali sono le domande dei principianti riguardanti i tuoi topic e le tue keyword. Le idee per le Keyword includono:

  • [Topic industriale] definizione
  • Come funziona [Topic industriale]
  • [Topic industriale] guida
  • Cos’è [Topic industriale]

Dopo aver fatto la ricerca, chiediti:

  • Che domande verranno fatte?
  • Come si risponderà a queste domande comuni?

Bloomberry è utile anche per individuare opportunità di ricerca. Un’alternativo è un altro utile strumento SEO che ti permette di svolgere la stessa funzione, ovvero Answer the Public.

Consiglio utile: Ritorna su questi argomenti e fornisci una risposta aggiungendo il link del tuo contenuto una volta pubblicato.

Si, hai ancora bisogno di promuovere il tuo contenuto

Non confondere questo post con un invito a smettere di fare attivamente outreach e a finire di promuovere i tuoi contenuti per guadagnare links. La promozione dei contenuti serve come una spinta per dare ai tuoi contenuti l’impulso per continuare a guadagnare links. Dopo che ti sei inserito nell’arduo lavoro di avere i tuoi contenuti pubblicati su siti validi con un grande pubblico, hai il potenziale per ottenere organicamente ancora più links. E più links ha il tuo contenuto, più sarà facile, per scrittori ed editori in cerca di fonti, trovarlo.

Che tipo di contenuti pensi siano i migliori per guadagnare link? Mi piacerebbe scoprire cosa ha funzionate per te – per favore condividi la tua esperienza nei commenti qui sotto.

 

[Questo articolo è la traduzione di how-to-create-content-that-keeps-earning-links, post che puoi trovare nel blog di Moz. La  traduzione è ad opera di Caterina Mason.]